Home

sabato 19 febbraio 2022

Donnas Cormoné 1550 m

Itinerario Cicloalp a quote media montagna ma con bellissimi panorami in zone poco frequentate e con discese tecniche non trascurabili.

Oggi sfruttiamo i disagi del 2021 Colle di Bonze Col Pousseuil e il recente scouting di Andrea per mettere a segno ennesima giornatona in bassa valle.

Start da solito comodo parcheggio di Donnas frazione Montey 300 m con acqua e spazio a volontà. Stessa salita deserta del Colle di Bonze fino ai 1250 m di Chanton dove tiriamo dritti e pedalanti fino a Cà Roussa 1500 m. Più per curiosità che altro facciamo due passi verso il Rifugio Bonze (chiuso fino a data da destinarsi non trovando gestori) ma ai primi ghiacci (versante molto freddo e in ombra) invertiamo la rotta (oltretutto per arrivare al rifugio ci sono diversi su e giù invitanti come la sabbia nelle mutande) e scendiamo.

Discesa ON: ottimo fondo e sentiero tecnico ci divertono assai per 700 m di D- fino a Les Donnes 850 m
(nonostante i problemi tecnici banali ma fastidiosi alla bici). Raramente ripercorriamo gli stessi sentieri a distanza di 1 solo anno ma questo merita sicuramente una replica e ci arrotonda la gita.
Cambiamo assetto. Pedalino fino alla fine della forestale e via che si takka zü. Le chiappe per un po' rimarranno a riposo visto che fino alla meta di giornata è praticamente tutto scamallo e disagio. A 1350 m evidente palina escursionistica ci devia a destra sull'assolato ripido versante Est. Bella sorgente di acqua a 1500 e ci siamo. Cormoné 1550 m: un balcone Imperiale con vista spaziale a 270 sul vallone appena salito e frontalmente su cime imponenti che da qui sembrano tutte gemelle: Aquila, Torche, Viou, Corno del Lago e Crabun. Anche i giganti over 4000 sono ben visibili verso NO. Fico ! Rimettiamo in piedi la modesta croce di legno, 2 fotine per le fans e siamo pronti.

Discesa ON2: si parte in scioltezza su pratoni panoramici e ci si infratta rapidamente nel bosco. Ottima alternanza di difficoltà tecniche di varia natura ma sempre su sentiero pulito e in ordine. Scogli ben fissi, gradoni e tornanti tengono le antenne ben dritte fino a Grangettes con però anche tratti più tranquilli dove prendere fiato. Da sopra Pourcil il ST si trasforma in mulattiera e scegliendo il ramo sx all'unico bivio si evita la frazione e si atterra all'arrivo della strada ora asfaltata giusto in tempo per prendere appuntamento con il Dentista di fiducia. I prossimi 500 m D- sono infatti praticamente interamente su antica mulattiera della morte (tranne brevissimi tratti e 3 tornanti sulla strada). Discesa estremamente fisica, impegnativa e senza tregua. Spesso ripida con gradoni minacciosi e tortuosi ma avendo forze e determinazione tutta fattibile. Una bella scarlingata insomma ! Atterrati nella sottovalutata Hone prendiamo la ciclabile fino all'auto senza toccare la regionale (2 strappetti a spinta).

In conclusione: itinerario di rilievo con accesso rapidissimo dalla Cotolettaland. Ben tecnico e col giusto Disagio. Marca giù.

Stay Wild

#JAGTeam
#ciclodisagio

Distanza: 28 km
Dislivello: 2100 m
Tempo: 7 h
Difficoltà tecnica: Difficile
Condizione fisica: Duro
Traccia Gps: Donnas Cormoné



























Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il commento