Home

domenica 7 marzo 2021

Punta Champlong 2730 m Winter Edition

Itinerario di CicloAlpinismo invernale difficile e riservato agli amanti del genere.

Astenersi ruotine da corsa.

La Punta Champlong ce l'ho in canna da tempo avendola sopra la testa tutte le volte che passo dai laghi sottostanti ma con il secco ha poco senso dal momento che la discesa passa da pietraie e non c'è sentiero. E' il momento di sdoganarla d'inverno.

Start dalla Capitale 1650 m
Salita a pedale fino ai laghi di Champlong 2300 m approfittando della neve dura (ma non ancora ottimale) per qualche piccola deviazione fuori traccia prima del colletto Pilaz 2000 m.
Dall'altipiano sono 400 m per la cima e l'ombra del Tantane ad oggi 7/3/21 non ha ancora trasformato completamente la neve. Con qualche dubbio amletico takkiamo zu armati obbligatoriamente di ciaspole.
La neve cambia considerevolmente a distanza di pochi metri passando dalla pseudo portanza alla quasi farina. Quello che non cambia fino in cima è l'impegno fisico non trascurabile. Il Portage invernale è parecchio più sfiancante di quello classico e cosi anche solo 400 m diventano belli tosti e il rosario va tenuto a portata di mano. L'idea di uscire diretto in cresta non è delle più brillanti nonostante la bici piccozza cosi ripiego sulla via classica.
Taaacc ... Cima ! 2730 m ottimi ed abbondanti. Bel panorama e deserto totale.

Discesa ON
Nonostante le condizioni di esposizione non favorevoli essendo solo inizio marzo i Gommoni da 4.8 fanno il loro dovere. Si galleggia bene e il firn offre buon grip. Gas moderato però visti i tanti buchi possibili sotto il manto apparentemente amichevole. Comunque si fa bene tutta in sella e purtroppo in un lampo si è di nuovo ai laghi. L'incantesimo della neve portante è pero' oramai svanito altro che S.Gennaro. Qualche bel taglio freeride, un bel scartavetro nel ripido bosco e dal colletto rientriamo trulli in paese oramai su secco.

In sintesi: ciclodisagio a livelli estivi con quota, panorami e belle discesce. Cosa chiedere di più ?

Cosa ? no con le gommine non si riesce a meno di imbroccare il marmo di Aprile e partire molto presto al mattino.

Stay Wild
#JAGTeam
#ciclodisagio

Distanza: 16 km
Dislivello: 1200 m
Tempo: 5 h
Difficoltà tecnica: Difficile
Condizione fisica: Duro assai
Traccia gps: Punta Champlong














sabato 6 marzo 2021

M.Tantane 2734 m Winter Edition

Itinerario di CicloAlpinismo invernale difficile e riservato agli amanti del genere.
Astenersi ruotine anoressiche.

Il caro Tantane è già stato sdoganato qui http://www.ciclodisagio.com/2020/07/monte-tantane-2734-m.html in estate, mancava però la versione Invernale. Dopo sopralluogo con sci la settimana precedente è ora di taccare zu viste le condizioni ottime di questo inizio marzo 2021.

Start dalla Capitale 1650 m
Breve riscaldamento a pedale fino a 1900 poi Spintage nel bosco fino a 2100 m. Qui uscendo dal bosco comincia la Gita vera e propria. Dopo tanti giorni di tempo caldo e meteo stabile la neve è super assestata e il freddo notturno apparecchia un velluto infinito liscio e quasi perfetto. Roba da lacrime ! I gommoni galleggiano molto bene sulla neve portante e si sale senza percorso obbligato ingannando a suon di pertichette scialpinistiche pendenze e fondo normalmente non pedalabili. La giornata è fredda quindi non ho neanche l'ansia dell'orario perchè la Crosta dovrebbe mantenersi fino al pomeriggio. Sfruttando le esposizioni più favorevoli si pedala praticamente fino a 2500 m ovviamente in totale solitudine. Il muro del pianto che porta in cresta è totalmente privo di neve quindi anche qui si sale agevolmente in Portage Asburgico ripido ed efficace. In cresta meglio attrezzarsi seriamente e fare ballare l'occhio verso le cornici. Da quest'anno uso delle ciaspole ramponate che stanno facilmente nello zaino e danno sicurezza anche sul tecnico (https://www.snowfoot.eu/). Cima !
E' la montagna di casa quindi l'ho fatta decine di volte ma arrivarci in bici d'inverno è speciale :-)

Discesa ON
La cresta è ancora più discontinua che d'estate e il sentiero farebbe un giro inutilmente largo quindi Deportage per un centello fino a riguadagnare la neve. Da qui in poi è Lussuria totale. Firn perfettamente cucinato per la Fat e discesa stupenda passando da tutta una serie di piccoli valloncelli e canyon modello parco giochi. Pensando a come sia il terreno in estate con massi e pietraie sembra un miracolo scendere cosi barzotti senza ostacoli in assoluto freeride. Topperia assoluta ! Ripassando dal Alpe Champ Chellier deviamo sul bellissimo sentiero 6 con qualche tratto oramai secco. Riaffacciandoci verso nord la neve torna continua e il ST a chiocciola quasi perfettamente ciaspolato ci scodella in paese con sorriso ebete stampato sui denti.

In sintesi: anche d'inverno conoscendo bene i luoghi e valutando le condizioni con attenzione si possono raggiungere quote e ambienti di grande soddisfazione.

Stay Wild
#JAGTeam
#ciclodisagio

Distanza: 16 km
Dislivello: 1100 m
Tempo: 5 h
Difficoltà tecnica: Difficile
Condizione fisica: Duro
Traccia gps: Tantane Winter