sabato 22 febbraio 2020

Passo Portula 2300 m Invernale

Itinerario invernale Fat Bike con un po' di portage.
Astenersi sifulot. Informarsi preventivamente sulle condizioni neve.

Potalandia terra di antiche scarlingate.
Andiamo a verificare il grado di disagio invernale al noto Passo di Portula 2300 m.

Start da Carona 1100 m varie possibilità parcheggio.
Classica salita impegnativa ma senza possibilità di errore fino al Lago di Fregabolgia e al Rifugio Calvi 2000 m (chiuso d'inverno). Paesaggio invernale spaziale.
Dal Rifugio 300 m di Portage seguendo la traccia del sentiero estivo.
Al colle panorama 5* sulla val Seriana e su tutta la conca del Calvi. Il M.Madonnino ci strizza l'occhio ma senza attrezzatura adeguata meglio accontentarsi del cimotto senza nome appena sotto.

Discesa On: molto divertente e tutta in sella praticamente fino di nuovo al rifugio. Qui mi sono fatto irretire da bella traccia verso lago Rotondo ma sfortunatamente si è rivelata un cul de sac. Poco male, ambiente sempre stupendo. Non rimane che ripercorrere la strada dell'andata in scioltezza con solo breve taglio appena dopo la diga. Scariche di massi ci fanno passare la voglia di risalire anche al programmato Rifugio Longo.
Finalmente a Pagliari deviazione su bel sentierino teNNIco che ci atterra all'auto con mucho gusto (ocio al giaZ) passando da orto botanico.

In sintesi ottima ed inedita fattonata di puro plaisir.

Pota !

Stay Wild

#JAGTeam
#ciclodisagio

Distanza: 25 km
Dislivello: 1400 m
Tempo: 7h con calma
Difficoltà tecnica: Medio
Condizione fisica: Medio

Traccia gps: Passo Portula










sabato 1 febbraio 2020

Valsessera Wild

Itinerario AM con un po' di portage e discese tecniche.
Astenersi Ciuciabigul

Valsessera terra di scarlingate a due passi dalla Cotolettaland già mappata qui:

Monte Barone
Bielmonte AM
Ponasca

Oggi esploriamo nuovi sentieri e li mixiamo con il meglio.

Start dalla Capitale Portula 650 m.
Evitiamo il più possibile l'asfalto passando dal centro zegna e spingendo la PS Enduro Caulera (si fanno in salita vero ?). Circumnavighiamo il montarozzo Tirlo e alla Bocchetta di Stavello 1200 m siamo già pronti al primo discesismo di giornata sulle tracce di fra' Dolcino https://it.wikipedia.org/wiki/Fra_Dolcino
Bel sentiero, lungo e abbordabile anche se con molta foglia (faggi) che ci scodella in alta Valsessera proprio al bellissimo ponte della Babbiera 692 m.
Relax lungo il Sessera fino alla centrale del Piancone e a sx prendiamo la valle dell'Inferno (annamo bbene) per 400 m di rattoni a pedale mefistofelico.
A quota 1000 cambiano assetto e in Portage/Spintage risaliamo fino a 1400 m fino alla Bocchetta Nonmiricordoilnome.
Bellissima discesa e traverso tecnico fino alla Cascinetta per pausa pranzo (acqua).
Risaliamo ancora un pelo fin sotto la Spelonca e via ancora di teNNica spinta e traversi fino alla Cappella di Foscale 1240 m. Zo de le.
Scogli fissi a chiocciola e gradoni irregolari ci intrattengono a lungo arrivando alle piane belli barzotti e shakerati. Andiamo ora ad ingarellarci sulle PS ? nuuuu
La traccia prevede infatti un Bonus track spaziale coperto da segreto istruttorio, se parlo mi sciolgono nell'acido. Andate a vedere. Atterrati a Coggiola riusciamo ancora ad evitare asfalto risalendo il G6 con solo qualche brevissima spintarella.
100 m di asfalto e siamo al Birrificio artigianale. Taaacc

In sintesi: ottimo itinerario lungo e faticoso ma di grande soddisfazione tecnica e storico-paesaggistica.

Stay Wild

#JAGTeam
#ciclodisagio

Distanza: 29 km
Dislivello: 1800 m
Tempo: 7h
Difficoltà tecnica: Difficile
Condizione fisica: Durino

Traccia gps: Valsessera Wild