Home

sabato 30 luglio 2016

Col Rosset 3025 m - Colle Leynir 3084 m

Itinerario di Cicloalpinismo.

Tour riservato agli esperti del settore Traslochi visto il Portage non trascurabile.

Start da Pellaud 1800 comodo parcheggio.
Riscaldamento a pedale fino all'evidente deviazione per il sentiero per il Rifugio Benevolo.
Al ponticello scendiamo verso la Dora e andiamo a prendere il vallone della Gran Vaudala (entrando nel PNGP).
Rude portage per qualche cento metri di dislivello ma ben presto dalla Malga la valle si apre inaspettatamente regalando del pedalage impegnativo fin oltre i 2500 m. Meravigliosa Val di Rhemes !
Rimesso il comodino in coppa guadagnamo faticosamente gli ultimi centini fino al caratteristico Colle Rosset 3025 m, Pulman di merenderos appiedati salgono facilmente dalla piana del Nivolet ma rimane comunque un gran bel Colle con panorma spaziale.

Discesa ON:
Si parte subito barzotti su terreno difficile e ripido ma tecnicamente FATtibile. Ben presto le cose si semplificano totalmente e ci si puo' godere lo spettacolo del Nivolet senza problemi.
Dal lago Rosset 2700 m si cambia assetto e torniamo in modalità pedale quasi integrale. Sentiero iper battuto e semplice quasi lunare fino ai 2900 m dove un bivio offre due salite abbastanza equivalenti (meglio quella di sx). Mitico Leynir 3084 m ! Se il testosterone è ancora alto potete proseguire per il Taou Blanc (ne vale la pena) altrimenti preparate gli imbraghi per tornare in Val di Rhemes. Scherzo ma non troppo, i primi cento metri sono rischiosi e difficili da fare in disarrampicata essedo il sentiero sparito da tempo.
Se sopravvivete vi aspetta un rock garden di tutto rispetto con navigazione a vista FR fin sotto i 2600 m nella Coma della Vaudaletta. Un viaggio meraviglioso.
Dal Casotto dei guardiaparco rientriamo in canoni tradizionali anche se di altissimo livello. Il sentiero infatti si mantiene perfettamente godibile ed esaltante ma spesso teNNico ed appagante. Tornante dopo tornante riguadagnamo il fondovalle dove in defaticamento torniamo all'auto.

In sintesi, itinerario per addetti ai lavori ma di quelli che rimangono indimenticabili

Stay Wild

#JAGTeam
#ciclodisagio

Distanza: 22 km
Dislivello: 1700 m
Tempo: 7 h
Difficoltà tecnica: Difficile
Condizione fisica: Duro

Traccia gps: 
Rosset-Leynir

Gran Vaudala

Rosset lato Rhemes

3025 m

Altre scarlingate all'orizzonte

eh si si scende da li !

PdM

lunedì 18 luglio 2016

Tor des Nana

Itinerario di Cicloalpinismo

Oltre al Col di Nana 2775 m, spartiacque tra la Valtournenche e la Val d'Ayas, esiste anche il Colletto di Nana 2850 m che permette di scendere su St.Jacques in alternativa allla bellissima AV1.
Sulle cartine promette bene, ripido e tortuoso. Le info in rete poche e un po' allarmistiche. Andiamo a vedere.

Start da La Magdeleine 1600 m e salita ciclabile fino al colle Fontanafredda 2500m. Spintage e pedalage fino al fratello maggiore dei Nana. Vuoi non salire alla Trecarrè ? Becca Trecare 3000 m
Discesa al rifugio Tournalin e breve risalita ai laghetti Croce. Breve e ripidello portage e siamo al fantomatico Colletto. Finestra emozionante su tutto il Rosa e l'alta Ayas da un lato e le imponenti bastionate del Gran Tournalin dall'altro. Il Vallone di discesa si presenta bellissimo e isolato ma semplicemente ... NON ciclabile per circa 300 di dislivello. Terreno troppo instabile e franabile da fare con attenzione anche a piedi. Guadagnato il sottostante pianoro le cose migliorano decisamente e si riesce a ciclare ma il sentiero rimane sempre molto sporco e trascurato. Peccato perchè questa parte sarebbe un gioiellino.

Planati su rue Cortod non rimane che risalire la dura jeppabile fino al rifugio, poi ancora Colle di Nana con 40 min cammellati e poi finalmente è vera lussuria fino al lago di Maen incontrando ogni tipo di peccato di gola: flow, tecnico, rock garden, moquette imperiale ....

Se non siete esploratori potete fare a meno del Colletto e scendere godendo come dei ricci dall'AV1 chiudendo un loop comunque entusiasmante per i sentieri percorsi e i panorami.
Stay Wild

#JAGTeam
#ciclodisagio

Distanza: 48 km
Dislivello: 2300 m
Tempo: 11 h
Difficoltà tecnica: Difficile
Condizione fisica: Duro

Traccia gps: Tor des Nana