sabato 23 settembre 2017

M.Facciabella 2621 m

M.Facciabella 2619 m.
Cimotto in Val d'Ayas dalla quota modesta ma con panorama di prima categoria. Se affrontato dalla Valtournenche diventa interessante meta x raid intervallivo attraverso il Col di Nana e il Colle Vascoccia.

Solito Start da La Magdeleine, o se volete da Buisson + fune per Chamois, e salita come questo Becca di Nana 3010 m XXL
Dal Colle di Nana 2773 m questa volta prendiamo a dx il sentiero 3 che porta al Colle Vascoccia 2568 m. 90% pedalabile ma con tratti tecnici, ottimo traverso esposto e brevissima risalita in portage. Dal Vascoccia elementare ma panoramica cresta fino alla cima. Dietrofront e divertente discesa su sentiero multitraccia fino al Plan Pera. Da qui in poi fino all'Alpe Foresus è tutto in comune al sopra citato itinerario della Becca di Nana. Da notare che il sentiero 4 verso Cleyva Bella è stato sistemato durante l'estate divenendo ora continuo e ancora più piacevole. Relax sul Ru Novalles fino al Lago di Lod e bel ST in paese. Se avete parcheggiato a Buisson porterete a casa 1800 m D- continui.

Ottima incursione in Val d'Ayas dunque, dislivello abbordabile e poco portage (250 m).

Stay Wild

#JAGTeam
#ciclodisagio

Distanza: 42 km
Dislivello: 2000 m
Tempo: 8 h
Difficoltà tecnica: Difficile
Condizione fisica: Medio

Traccia gps: Facciabella






sabato 16 settembre 2017

Becca di Viou XL Tour

Periplo XL della Becca di Viou attraverso Combe isolate e poco frequentate.

Start dal collaudato parcheggio di Povil 700 m. Bitume a traffico nullo e un paio di tagli piacevoli off road e siamo a Trois Ville. Da Fonteil 1440 m una lunga ed impegnativa poderale risale la Comba Déche su su fino agli altissimi alpeggi di Seyvaz 2184 m e Valchourda 2400 m. Il Colle di Saint Barthelemy 2645 m è una facile formalità fatta di breve spintage e qualche colpo di pedalage.
Ottimo doppio affaccio sul vallone di salita e sulle spettacolari montagne della Valpelline.
La discesa parte bene su preciso ST di sfasciumi e continua ottimamente su sentiero tecnico il giusto per dilettarci senza mai appoggiare piede a terra fino ai 2300 m di Tza di Verdona dove scrutiamo l'orizzonte per prossime avventure verso il Col di Vamea. Oggi però andiamo in direzione opposta verso il Colle Arpeyssaou 2500 m distante solo qualche spintarella. Dal Colle il bivacco 5* La Lliée è proprio ai nostri piedi, è dotato di tutto compreso acqua e gas. Godetene ma non abusatene come purtroppo mi hanno raccontato accadere spesso. I 1100 m di discesa fino a Verdignolettaz sono perfettamente ciclabili e divertenti anche se a tratti impegnativi e su terreno molto variabile. Di particolare pregio la serie di tornanti a 1800 m, ben distanziati e fattibili ma ... ocio alla scarligada ! Arrivati a Verdignolettaz se appagati potete chiudere il giro come già tracciato qui Vessonaz Full se invece ce l'avete ancora un po' barzotto allora prendete verso monte l'evidente sentiero 7. Trattasi di sontuoso Spintage bruciagarretti su moquette imperiale di sentiero verticale (in realtà potete scendere fino a Valpelline e risalire a pedale). 1h di passione e dopo qualche su e giù anche brevemente in sella torniamo in quota ai 1800 m di Verney nella Comba d'Arpisson. Attenzione che la deviazione per il segnavia 1 è quasi assente, solo una labile freccia sulla destra. Ancora un po' di pazienza fino a Chaté de Meyes e i nostri sforzi saranno ricompensati dal magnifico sentiero balcone in falsa discesa su tipico Ru valdostano oramai Mort. Top ! Ai 1730 m di Praperriat ci colleghiamo al comprensorio di Roisan dove possiamo scegliere tra due discese http://roisanoutdoor.it/download-mappa-mtb/ Sono entrambe molto valide, scegliete quella che volete. Atterrati sul Ru Pompillard non resta che il lungo ma rilassante trasferimento fino alla macchina.

In conclusione un itinerario davvero bello paesaggisticamente e appagante in discesa ma con accesso relativamente semplice. I demofobi saranno a loro agio visto che in tutto il giro ho incontrato 1 solo essere umano (16/9) nelle varie Combe attraversate.

Stay Wild

#JAGTeam
#ciclodisagio

Distanza: 50 km
Dislivello: 2700 m
Tempo: 9 h
Difficoltà tecnica: Difficile
Condizione fisica: Duro

Traccia gps: Becca Viou XL Tour

domenica 10 settembre 2017

Walser Tour

Itinerario di Cicloalpinismo con lunghi tratti di portage e discese tecniche.

Bellissimo giro alla scoperta delle due valli Walser per eccellenza. Quasi 10 km di discesone strappapugnette.

Start da Alagna 1150m. Taacc cafferino in centro e via subito su rattoni indecentemente a doppia cifra ma completamente pedalabili fino a Pianalunga 2050 m (1000 m D+ in 6 km). Ancora un po' di pedale a pertichette sfruttando la larga pista di discesa e da circa 2300 m proseguiamo in portage risalendo completamente la Valle d'Olen. Sentiero sempre ben segnato, un po' trascurato per essere una via storica di comunicazione, e facile. Dal Col d'Olen 2880 m scendiamo in VdA su bel sentierino e qualche taglio fino a quota 2520 m dove prendiamo una poderale di servizio fino ai piedi del contrafforte della Orestes Hutte raggiungibile poi con un centino di portage. Taacc birretta. Alle spalle del moderno rifugio prendiamo il 6A per scendere di nuovo alla poderale lungo un bel ST inkazzutello e leggermente discontinuo. Ritornati brevemente sui nostri passi andiamo a prendere il TdM puntando l'evidente intaglio del Passo di Zube. Circa 300 m di portage. Raggiunto l'ampio Colle a quota 2874 m siamo pronti per il premio di giornata giù per l'incontaminata Valle d'Otro. Almeno 1,5h di discesa molto lunga, varia ed appagante. Sfasciumi e roccette d'alta quota, traversino, flow erbivo, tornanti a chiocciola, relax attraverso antiche ed intatte frazioni Walser ed infine gran scarlingata su mulattiera impestata fino ad Alagna (ultimisso tratto su scale, evitabili prendendo a destra all'ultima casa, veramente tossico).
Non ho citato volutamente i panorami meravigliosi perchè ieri li abbiamo visti solo in cartolina.

Stay Wild

#JAGTeam
#ciclodisagio

Distanza: 27 km
Dislivello: 2300 m
Tempo: 10 h
Difficoltà tecnica: Difficile
Condizione fisica: Duro

Traccia gps: Walser Tour

R'n'R

domenica 3 settembre 2017

Vessonaz 2794 m Full

Bellissima traversata tra la Valle Centrale e la Valpelline.

Start da frazione Povil 750 m.
Tranquilla salita fino ai 1550 di Arlod dove prendiamo piacevole forestale su su fino ai 2320 m di Champanement.
450 m di Portage, Spintage e qualche Pedalage al Plan Piscina e siamo al colle bifronte Vessonaz 2794 m.
Appena sotto ottimo appoggio al Bivacco Clermont con vista laghetto. In teoria si potrebbe anche salire al colle direttamente da sotto il Bivacco per tracce di sentiero ma non credo ne valga la pena. Il Monte Faroma ci tenta ma la parte ciclabile sarebbe abbastanza corta e la cima avrebbe senso solo a piedi.

Discesa ON:
Quasi 10 km di sollazzo d'autore in ambiente meraviglioso e poco frequentato.
Si parte belli inkazzeti su fondo sdruciolo ma comunque tutto ciclabile. A quota 2200 le ruspe, per un breve tratto, hanno fatto qualche danno spianando il sentiero rispetto a qualche anno fa (prima del 2015). Affrettatevi prima che sia troppo tardi. Man mano che si scende le difficoltà diminuiscono ma l'attenzione deve comunque restare alta per qualche passaggio più impegnativo.
Atterrati al torrente Buthier risaliamo stoici per forestale fino a Verdignolettaz dove un bel ST ottimizza la discesa fino ai pressi di Moncorvé.
Si rientra all'auto con un interminabile trasferimento lungo il Ru Pompillard, qualche ravanata e brevi ST.

Stay Wild

#JAGTeam
#ciclodisagio

Distanza: 60 km
Dislivello: 2300 m
Tempo: 9 h
Difficoltà tecnica: Medio
Condizione fisica: Medio

Traccia gps: Vessonaz Full