Home

domenica 30 ottobre 2022

Col des Ceingles 2809 m

Itinerario di Cicloalpinismo non troppo impegnativo ideale per la fine di Ottobre dopo chiusura GSB.

Anche quest'anno non ci facciano sfuggire la possibilità di una bella gita ad anello nella valle del Gran San Bernardo dopo che il passo chiude per l'Inverno e finalmente si silenzia.

Start da Saint Rhémy 1600 m parcheggio impianti gigante e deserto. No acqua. Stradina deserta fino a Couchpache e poi ottima forestale / sentiero in leggera salita fino alla statale. In alternativa all'ottimo off road orografico sx tiriamo dritto fino al tunnel. Un banale problema tecnico mi azzera 10 velocità e così in single speed arranco fino a 2300 m ma fortunatamente su pendenze bitumate ma lievi. Il programma era più agguerrito ma la partenza imbruttita consiglia prudenzialmente di accorciare e cosi deviamo direttamente su ottimo sentiero verso il Col de Saint Remy tra spintarelle, pedalino e bella discesina fino a Praz de Farcoz proprio sotto all'amico Fourchon. Soft portage di 300 m e siamo al bellissimo colle bifronte quota 2540 m dove si apre magnifica vista sulla selvaggia Comba des Thoules. Bellissime montagne e "cinture" ovunque ma lo scivolo del Gran Golliat 3200 m attrae come una calamita. In lontananza la meta di giornata in pieno N e ben innevata impensierisce ma il sentiero di avvicinamento è ottimissimo con dell' inaspettato gran pedale proprio fin sotto al colle. I tornantini verso i 2700 meritano menzione d'onore e sarebbero fichissimi anche in discesa. Ultimi metri molto ripidi ma con neve non troppo profonda quindi disagio d'ordinanza. Col des Ceingles 2809 m ! Tepore quasi estivo, panorama spaziale e nessun bipede in vista. StraTop !

Discesa ON: nonostante il nome bizzarro la Comba des Merdeux ci saluta subito con tornantini da manuale con ottimo grip e buona difficoltà, come sempre, quelli di destra. Il sentiero dopo breve traverso precipita a valle ma ben tracciato e tenuto. Lussuria alpina d'eccellenza con abbondanza di tornantismo anche su scenografica crestina. A 2500 si devia decisamente e con tutto comodo si traversa fino al Rifugio Frassati per congiungersi con AV1. Non l'avevo mai fatta in discesa ma si conferma bella e divertente. Sempre perfettamente ciclabile con giusto impegno e multitraccia poco sopra Tza Merdeux 2250 m. Qualche facile pratino, un pezzettino di poderale e poi ancora single track fino al torrente des Thoules. Bello assai. Dal torrente super balcone tra i più scenografici della AV a bassa quota che con bonus golden hour vale doppio. Marooo ! Da Alpe Merdeux Inferiore gran finale. 300 m ancora perfetti e divertenti su ST veloce e ludico. Atterriamo direttamente alla macchina.

In conclusione: itinerario non estremo ma particolarmente bello e super consigliato, come detto, a fine ottobre.

Stay Wild

#JAGTeam
#ciclodisagio

Distanza: 27 km
Dislivello: 1600 m
Tempo: 6.5 h
Difficoltà tecnica: Medio
Condizione fisica: Medio

Traccia gps: Col des Ceingles 2809 m





















1 commento:

Grazie per il commento