Home

domenica 17 gennaio 2021

Winter Passo del Giuff 1520 m

Itinerario invernale con Portage nevoso.

Piani d'Erna e Passo del Giuff in versione Invernale alla ricerca del Ciclodisagio catartico.

Start da comodissimo parcheggio anticovid Bione 200 m Lecco. Qualche cento metri in città e subito ci infrattiamo contromano con qualche spintarella di riscaldamento. Alle Cave torniamo a pedale prima soft poi Hardcore su fondo ghiacciato e ripiDDDissimo. Vabbeh i gommoni da 4.8 li avete, no ? Beh allora le chiodate le avete, no ? Allora state a zero :-) . Bel tratto innevato fin oltre Campo de Boi 700 m con FBL su breve tratto esposto e ghiacciato. Passato il torrente Bione Takiamo Zu. I 600 m di corroborante Portage su magnifico sentiero perfettamente battuto fino ai Piani passano via piacevolmente sotto le pareti del Resegone e un cielo blue cobalto. I merenderos saliti in funivia ci accolgono con ricchi premi e cotechini e ola oceaniche. Scappiamo immediatemente verso la seconda dose di Disagio e la meta di giornata (in realtà la meta era più ambiziosa ma le condizioni non favorevoli). Monta-cala-spingi-porta repeat Monta-cala-spingi-porta .... La traccia è infame, la neve altissima e il Ravanage sale a 2.0 sfiorando la release 3.0 in alcuni tratti. Al simbolico Passo quota prealpina 1520 m ci fermiamo gustandoci un bel the caldo e i commenti allibiti degli scialpinisti in arrivo dal Resegün. Panorama chiuso ma molto carino poco prima del Passo.

Discesa ON: ancora Bestiammiage e tratti tipo monopattino nel traverso e siamo pronti per la banana. Bellissima, divertentissima e lunghina. Gli escursionisti hanno fatto un lavoro egregio preparandoci una pista da Bob olimpica degna di Armin Zöggeler (lo so cucu era slittino). ST innevato, battuto e bello tortuoso. Goduria ai massimi livelli fin sotto la frazione Costa 700 m dove ritorniamo verso Campo Boi su sentiero balcone perfetto (ocio al giass sempre vicino al torrente). Da Campo Boi passiamo alla frazione secco. Molto bello e teNNico il giusto fino al ponte Tenaglia e forse ancora meglio verso Germanedo (prima del ponte ho ciccato sentiero finendo su banale mulattiera). Anche in configurazione full rigid la Snowmachine lemma lemma se la cava sempre. Yeah !

In conclusione: bellissima giornata scaccia crisi in luoghi molto noti in estate ma ben poco conosciuti alle mtb d'Inverno.

NB: i ramponi d'ordinanza vanno tolti dallo zaino a Maggio. FBL !

Stay Wild

#JAGTeam
#ciclodisagio

Distanza: 23 km
Dislivello: 1600 m
Tempo: 7 h
Difficoltà tecnica: Medio
Condizione fisica: Medio
Traccia gps: Passo Giuff





Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il commento