giovedì 18 agosto 2016

Tete Blanche de By 3413 m

Itinerario di Cicloalpinismo.
Grandioso itinerario di vero Cicloalpinismo Alpino, 1 passaggio di ferrata non banale, quasi 2000 m di discesa Top e panorami accecanti.

Start da Glassier 1580 m, ultima frazione dopo Ollomont in Valpelline.
Pronti via con riscaldamento nullo guadagniamo quasi 400 m di D+ su strada sterrata dalle pendenze demenziali. Appena dopo il bel Alpeggio di Chevriere prendiamo a sx in salita su Ippovia-strada sterrata. A 2120 m a dx seguiamo il Tour du Combin TDC che ci permette di goderci in falso piano tutta la conca di By da posizione privilegiata. Attenzione ad alcuni facili tratti esposti protetti da corde fisse ma soprattutto ad un passaggio strettissimo nella roccia dove potrebbe essere necessario smontare la ruota anteriore o girare il manubrio (io con una 29 e 780 mm sono passato al pelo con qualche acrobazia). Alla fine del Ru una simpatica discesina ci riporta alla polverosa strada sottostante dove diamo gli ultimi colpi di pedale fino a 2200 m scarsi (all'altezza di By prendiamo a sx). Da qui in poi è solo Portage Asburgico (cit.) in ambiente maestoso di alta montagna.Il sentiero è ben tracciato senza problemi fino sotto il Rifugio Chiarella dove una ferrata da non sottovalutare protegge i tesori nascosti delle altissime quote. Sono pochi metri con scalini e corde fisse ma con bici sul groppone non facili. "Calma e gesso" e alla peggio smontate le ruote e fate 2/3 viaggi su e giù. Pagata la gabella in un attimo si raggiunge il Rifugio Chiarella in ottima posizione e senza più difficoltà si conquista l'ampia cima su traccia evidente di sfasciumi fini e scistosi in 1h circa.
La discesa è interamente ciclabile salvo brevi tratti appena dopo la partenza, in vista del rifugio a quota 3100 m e ovviamente alla ferrata. Facile su scivolo scistoso in alto (tipo Taou Blanc), infiniti tornanti a chiocciola fino a 2500 m (occhio alle arnelle), lussuriosamente Alpino fino a By. Un breve tratto su poderale permette di raschiare il fondo per raccimolare le energie residue per il gran finale tecnico e fisico ma sempre di soddisfazione.

Atterrati a due passi dalla macchina si festeggia a birra e fontina (ma assaggiate anche il Blue d'Aoste).

http://i.imgur.com/zvOKUA1h.jpg
http://i.imgur.com/6pnroO0h.jpg
http://i.imgur.com/StJmZbhh.jpg
http://i.imgur.com/UnhKyfkh.jpg

NB: una valida alternativa per evitare la ripidissima prima salita è questa M.Avril anche se si allunga di molto

Stay Wild

#JAGTeam
#ciclodisagio

Distanza: 24 km
Dislivello: 2100 m
Tempo: 8 h
Difficoltà tecnica: Difficile
Condizione fisica: Duro

Traccia gps: Tete Blanche By

Peccato per le ruotine

Aria sottile

Zo de le

Nessun commento:

Posta un commento

Grazie per il commento